Regole attuali di distacco dei conducenti

Le nuove norme sui pacchetti di mobilità per il distacco dei conducenti entreranno in vigore dopo febbraio del 2022, e fino a quel momento le attuali norme nazionali dei paesi dell’UE rimangono valide e le aziende di trasporto sono obbligate a rispettarle. Di seguito è riportato un breve riepilogo sulle regole attuali relative alla dichiarazione di distacco dei conducenti:

La legge sui salari minimi:

Nella maggior parte dei paesi dell’Europa occidentale le società di trasporto internazionale devono rispettare le normative nazionali sul distacco e quindi la legge sui salari minimi. Il quadro di distacco in ciascuno dei paesi potrebbe essere diverso, ma nella maggior parte di essi è principalmente correlato all’applicazione della legge sui salari minimi. La legge sul salario minimo è l’insieme della legge che implica che i datori di lavoro debbano pagare ai loro conducenti un salario minimo orario, giornaliero o mensile applicabile nel paese in cui il conducente ha lavorato e, di conseguenza, per il tempo trascorso in questo paese per motivi di lavoro. Le autorità nazionali hanno creato sistemi locali per la comunicazione di questi conducenti e delle loro attività al fine di monitorare il rispetto della legge da parte delle imprese di trasporto.

I paesi dell’Europa occidentale che si sono adeguati sono: Francia, Germania, Austria, Paesi Bassi, Italia, Belgio, Danimarca. Altri paesi europei che si sono adeguati a questa legge: Slovacchia, Ungheria, Finlandia, ecc.

L’importanza di avere un rappresentante dell’azienda:

Nello specifico Francia e Italia sono 2 paesi che chiedono di avere un rappresentante dell’azienda al fine di organizzare la comunicazione tra gli organismi di controllo e l’azienda. Move Expert è un rappresentante professionale delle aziende di trasporto e si affida agli organismi di controllo francesi.

Operazioni di cabotaggio o trasporto combinato:

Belgio, Italia e Danimarca, Slovacchia, Ungheria, Finlandia, Norvegia sono paesi che chiedono di dichiarare i conducenti e/o le loro attività solo in caso di operazioni di cabotaggio (+ trasporto combinato in Danimarca) che verranno eseguiti in questi paesi.

Altri paesi: Francia, Germania, Austria, Paesi Bassi chiedono di comunicare tutti i trasporti internazionali, ad eccezione dell’attraversamento del paese.

Registrazione dei certificati:

La durata del certificato che viene rilasciato all’azienda quando comunica le proprie attività di trasporto dipende dal paese, ma potrebbe essere il certificato solo per un’operazione, per un periodo di 3 o 6 mesi, in alcuni paesi anche per un periodo di 12 mesi. Anche le informazioni che dovrebbero essere fornite alle autorità nazionali dipendono dal paese.

Quali documenti devono essere conservati sul mezzo?

Anche i documenti che devono essere conservati sul camion non sono tutti uguali, ma nella maggior parte dei casi i conducenti devono avere almeno un certificato di registrazione o un numero di riferimento di questo documento, un modulo A1 e un documento CMR. In Francia il conducente dovrebbe anche tenere sul mezzo il contratto di lavoro tradotto in lingua francese. Altri documenti come i registri del tachigrafo, le buste paga, la prova dei pagamenti nella maggior parte dei casi dovranno essere conservati nei locali dell’azienda.

Se sei interessato a saperne di più, contattaci e affidati per questo a dei professionisti. Ti spiegheremo tutte le cose che devi sapere, ti daremo accesso a un sistema che ti consentirà di richiedere certificati di 7 paesi in un unico posto e vi assisteremo nella gestione dei controlli stradali in loco e gli eventuali controlli aziendali.

I NOSTRI CLIENTI SI FIDANO DI NOI GRAZIE A:

– il miglior prezzo/qualità

– 25 anni di esperienza nel settore dei trasporti su strada e la dipendenza degli organismi di controllo francesi grazie alle nostre conoscenze e competenze giuridiche

– un “Driver manager” – la nostra soluzione elettronica per gestire tutto da un unico posto

– UN’ASSISTENZA DI EMERGENZA nel quadro degli aspetti giuridici per le multe, i controlli su strada, le ispezioni generali

– più di 7000 clienti in Europa e le più grandi aziende di trasporto che utilizzano i nostri servizi

VAI AVANTI CON MOVE EXPERT

Condividi questo articolo...

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram